libro

unesco2010

etv2

tatarata-riconoscimento-nazionale230x324

CIOFF-150x174
CIOFF Logo with Registration-150x82
mibac

Logo EDVision

 

 

Ideazione e testi del sito:
Orazio Ciccone 

 

La Festa di Santa Croce di Casteltermini
che, per tradizione, si festeggia in corrispondenza della quarta domenica di maggio,

causa elezioni europee programmate per il 26 maggio 2019,
è posticipata di una settimana;

le date della 352ma Sagra del Tataratà sono quindi:
venerdì 31 maggio,
sabato 1 giugno,
domenica 2 giugno 2019.


sagradeltatarata2019
www.sagradeltatarata.it
(il portale della Sagra, sito partner di tatarata.it)


_______________________________________________________________________


Il Tataratà, nome onomatopeico derivante dal suono ritmato del tamburo,

è di certo fra i più antichi folklori al mondo ed ha origini imprecise.
Molte le interpretazioni che sono state date a quella che è oggi
una danza spettacolare e travolgente eseguita da duellanti armati di vere spade.

(Approfondimenti cliccando qui)

C O N T A T T I  A. F. C.  T A T A R A T A'
manina-mouse 30x36


"A li tempi antichi un uomo guardava vistiami, e ogni jornu un vò si mittiva 'n cunicchiuni nni ddu datu puntu e siccomu fu pri tri vonti, scavannu scavannu truvaru 'na cruci, ch'ancora esisti nni la chiesa di Santa Cruci, e cc'e un schirittu chi nun si pò lejiri da nisciuna prsuna. Pua cc'erano li Saracini... li Cristiani... e la forma di lu nostru tataratà..."
G. Pitrè in "Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani" (pag.74) Palermo. 1875

Il G. Pitrè, è autore di uno tra i più antichi documenti legati al Tataratà con il breve racconto della leggenda del ritrovamento della Croce.

 

Prima Etnografia d’Italia  Premio Cocchiara

     In un ambiente straordinario per la storia popolare siciliana, all'interno del Museo Internazionale delle Marionette di Palermo, ha avuto luogo, oggi 15 febbraio 2014, la presentazione della Prima Etnografia d'Italia ed il Premio Giuseppe Cocchiara.

Ad organizzare l'evento la Prof.ssa Gabriella D'Agostino e la FITP presente con le sue massime dirigenze:

il Presidente Benito Ripoli;
il Vice Presidente Nino Idaimo;
il Segretario Franco Megna;
il Tesoriere Toiba Rinaldo;
l'Assessore Gerardo Bonifati;
il Presidente Regionale Alfio Russo.

Il Presidente Benito Ripoli rimanda il suo viaggio a Lima in Perù per presidiare la serata, ringrazia tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione della "Prima Etnografia d'Italia", si compiace di vedere una sala piena di pubblico, ospiti e rappresentanze dei tanti gruppi folkloristici siciliani tra cui il nostro Tataratà, l'unico chiamato ad esibirsi per concludere il convegno.

Leggi tutto: Il Tataratà a rappresentare il Folklore Nazionale in un importante Convegno della FITP.

25 gennaio 2014 Mese della PaceGennaio è il "Mese della Pace" per l'Azione Cattolica Italiana e, anche per condividere il messaggio di Papa Francesco pronunciato per la XLVII Giornata Mondiale della Pace il 1° gennaio 2014 "Fraternità, fondamento e via della Pace", sono stati organizzati tre eventi in tre tappe differenti al nord, al centro ed al sud d'Italia. La prima tappa è stata già svolta a Roma il 12 gennaio scorso, la prossima sarà a Porto Empedocle sabato 25 gennaio, infine l'ultima nella nordica cittadina di Vittorio Veneto (Treviso) il 31 gennaio.

L'iniziativa agrigentina, a cura di Presidenza Nazionale dell'Azione Cattolica Italiana e Istituto di Diritto Internazionale della Pace Giuseppe Toniolo, in collaborazione con la Presidenza Diocesana dell'Azione Cattolica di Agrigento e patrocinata dal Ministero per l'Integrazione, si presenta come la più particolare delle tre in programma per la scelta del luogo d'incontro: la nave Laurana affacciata al tanto nominato mar Mediterraneo.

Presenti ospiti illustri e personaggi importanti, modererà l'evento il giornalista e responsabile della Redazione Esteri del Tg2 Enzo Romeo e non mancheranno esibizioni di rilievo tra cui il nostro Tataratà di Casteltermini. Così commenta il castelterminese Salvatore Scibetta, a nome delle Presidenza Diocesana di AC: «A parte l'alto profilo artistico, abbiamo voluto invitare il gruppo folklorico del Tataratà di Casteltermini a testimonianza dell'ampia fusione culturale che c'è stata nel nostro territorio nel passato, che si è tramandata fino a noi e che adesso è parte della nostra cultura».

Leggi tutto: Il Tataratà condivide il messaggio di Papa Francesco

FITP-RADUNO-SGROTONDO22-23-24 Novembre 2013: Il Raduno Folklorico Nazionale organizzato dalla FITP a San Giovanni Rotondo in onore del sempre amato Santo Padre Pio, ha avuto un successo che ha superato tutte le aspettative, un successo notevole nei suoi vari aspetti sia folklorici che culturali.

2500 artisti, 36 gruppi folkloristici, 11 bande, 1 gruppo di majorette ed una imponente presenza di autorità del folklore non solo nazionale ma anche europeo, coinvolte importanti Associazioni come la IOV (International Organization of Folk Art), l'IGF (International Union of Folklore Associations), l'Assomusica (Federazione Nazionale dei Complessi e delle Attività Musicali Amatoriali e Artistiche), oltre ai padron di casa della FITP (Federazione Nazionale Tradizioni Popolari) ed il patrocinio della Città di San Giovanni Rotondo.

Spettacoli, convegni, scambi culturali, preghiera; incontri che confermano ambiti progetti, nomi illustri e collaborazioni promettenti.

Il Gruppo del Tataratà non solo era presente ma è stato in più occasioni in prima linea per spettacoli ed interventi.

Leggi tutto: Il 2° Raduno della FITP a San Giovanni Rotondo

Il Gruppo Folklorico del Tataratà accetta l'invito della Federazione Italiana Tradizioni Popolari e ritorna a San Giovanni Rotondo ad omaggiare Padre Pio. Il presidente Dr. Fulvio Galione conferma le tre date dell'evento: Venerdì 22, Sabato 23 e Domenica 24 novembre 2013. Il Programma prevede la visita alle Sacre Spoglie di Padre Pio di Pietralcina, visite guidate a San Severo delle famose "Cantine Federiciane" , incontri e spettacoli in Teatri e Piazze, fiaccolate e funzioni religiose, ...e non mancheranno serate di sano divertimento organizzate dalla Federazione con Presidente lo stimato Benito Ripoli. La prima edizione nel 2008 è stata un grande successo, gruppi folkloristici provenienti da tutta l'italia hanno dato vita ad un raduno indimenticabile così come ricordato, cinque anni fà, nelle pagine scritte e documentate con foto in:
www.tatarata.it/html/index_sangiovannirotondo.html

 

 

Sagra del Pistacchio

Il Tataratà sarà a Bronte sabato 28 settembre 2013;
presente nel programma della "XXIV Sagra del Pistacchio".

 

Di seguito il comunicato stampa tratto dal
sito ufficiale del Comune di Bronte:

 

Cominciano ad avvicinarsi i sapori d'autunno, ed il Comune di Bronte ha gia' deciso quando realizzare la Sagra del pistacchio.

Chi da giorni attendeva di conoscere le date, sappia che dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre, in pratica l'ultimo week-end di settembre ed il primo di ottobre, la citta' di Bronte si trasformera' in una naturale vetrina del suo verde pistacchio che, per gusto, bonta' e caratteristiche, e' unico al mondo. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Pino Firrarello, in questi giorni e' al lavoro per allestire il programma della edizione numero 24 che, come ogni anno, punta a superare ogni record.

«Come sempre sara' una grande festa e soprattutto la migliore occasione per assaggiare il verde pistacchio appena raccolto» ci dice il sindaco Firrarello insieme con il vice sindaco Melo Salvia «Questo, infatti, e' l'anno della raccolta quando, come ormai consolidata tradizione, i brontesi si trasferiscono in campagna». Il pistacchio, infatti, si raccoglie ogni 2 anni. Cosi' per molti produttori e' arrivato il momento del raccolto. Un lavoro che nelle proprieta' piu' grosse puo' durare anche un mese per permettere ai produttori di raccogliere il prezioso frutto in panieri od ombrelli, "smallarlo" e poi farlo amorevolmente asciugare. Produttori cui il sindaco Firrarello esorta a non svendere il proprio pistacchio.

«Mi accorgo» afferma «che sempre piu' produttori decidono di vendere il pistacchio sulla pianta. Capisco che la raccolta e' difficile e faticosa, ma invito i produttori a non svenderlo. Siano loro, invece, ad appropriarsi del profitto per intero, anche a costo di dover faticare per la raccolta».

3 settembre 2013

L'Addetto stampa
Gaetano Guidotto

Tratto dal sito del Comune di Bronte (www.comune.bronte.ct.it)

 

 cartolinangelonobile

Il Presidente Dr. Fulvio Galione e l'intero gruppo folklorico del Tataratà è in unanime cordoglio per la scomparsa del maestro Angelo Nobile.

Oggi, 7 giugno 2013, ci lascia il più nominato, il più premiato, il più grande tamburo della storia del Tataratà, l'uomo che ha portato il folklore di Casteltermini ad essere conosciuto oltre il contesto della propria Sagra. Sincero e profondo dolore dell'intera associazione.

Sentite condoglianze per l'intera famiglia Nobile.