libro

unesco2010

etv2

tatarata-riconoscimento-nazionale230x324

CIOFF-150x174
CIOFF Logo with Registration-150x82
mibac

Logo EDVision

 

 

Ideazione e testi del sito:
Orazio Ciccone 

 

Il Tataratà, nome onomatopeico derivante dal suono ritmato del tamburo,
è
 di certo fra i più antichi folklori al mondo ed ha origini imprecise.
Molte le interpretazioni che sono state date a quella che è oggi
una danza spettacolare e travolgente eseguita da duellanti armati di vere spade.

(Approfondimenti cliccando qui)

C O N T A T T I  A. F. C.  T A T A R A T A'
manina-mouse 30x36


"A li tempi antichi un uomo guardava vistiami, e ogni jornu un vò si mittiva 'n cunicchiuni nni ddu datu puntu e siccomu fu pri tri vonti, scavannu scavannu truvaru 'na cruci, ch'ancora esisti nni la chiesa di Santa Cruci, e cc'e un schirittu chi nun si pò lejiri da nisciuna prsuna. Pua cc'erano li Saracini... li Cristiani... e la forma di lu nostru tataratà..."
G. Pitrè in "Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani" (pag.74) Palermo. 1875

Il G. Pitrè, è autore di uno tra i più antichi documenti legati al Tataratà con il breve racconto della leggenda del ritrovamento della Croce.

 

Logo Associazione

Una rappresentanza del gruppo del Tataratà parteciparà venerdì 8 Agosto 2014 alla 4° Edizione del Festival del Folklore "Bellarrosa Terra Amurusa", in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono di Villarosa "San Giacomo Maggiore".

Ad organizzare l'evento l'Associazione Culturale "Bellarrosa" con presidenza la sig.ra Grazia Cassaro con il Patrocinio del Comune di Villarosa (EN).

Il gruppo del Tataratà ritorna dopo sei anni (2008) nella cittadina ennese.

Il programma si articolerà così come di seguito:

• Accoglienza dei Gruppi nei locali ex Biblioteca Comunale, Villaggio Villanova, ore 17,00

• Sfilata dei Gruppi lungo le vie principali di Villarosa

• Spettacolo dei Gruppi in piazza V. Emanuele

• Consegna targhe Rappresentanti i vari Gruppi

Sagra del Tataratà 2014

    Oggi, 12 Aprile 2014, alle ore 17:00, presso i locali del Comune di Casteltermini, l'Amministrazione Comunale con in prima linea il Sindaco Nuccio Sapia e gli assessori Vincenzo Faraone e Cruciano Fontanella, ha invitato i responsabili dei Ceti per un nuovo incontro con l'obiettivo di valutare e decidere i punti più importanti per organizzare l'attesa Festa di Santa Croce.

   A partecipare in riunione anche una rappresentanza del nostro gruppo Folklorico del Tataratà (Presidente Dr.Fulvio Galione). Tradizione, Festa, Folklore, ...proposte e contro proposte, ...oltre due ore di scambi di opinioni con l'intento di trovare le soluzioni migliori per organizzare la Sagra del Tataratà 2014 in un clima di estrema crisi economica. Gli interventi dei partecipanti, ricchi di un non indifferente bagaglio d'esperienza, evidenziano i punti più importanti: valutazione della disponibilità economica del Comune; ordine nelle processioni con particolare attenzione alla sfilata a cavallo; costo ed interventi delle bande; rispetto degli orari; maggiore collaborazione da parte delle forze dell'ordine.

La Sagra 2014 non potrà presentarsi sfarzosa come in passato ma si farà, ...si farà soprattutto con l'intento di rispettare più possibile le tradizioni che la distinguono, senza abbandonare il turista dietro le transenne, condividendo la festa con il compaesano e l'emigrante che ritorna nel proprio paesello in occasione dell'amata Festa di Santa Croce.

I rappresentanti della nostra associazione intervengono in più punti partecipando attivamente alla riunione; infine chiedono l'ufficialità del più volte nominato posticipo date-Sagra (la tradizionale quarta domenica di maggio si presenta con le votazioni per le elezioni del Parlamento Europeo). Tante sono state le richieste di info sulle date della Sagra ricevute soprattutto da turisti ed emigranti che intendono organizzare le proprie vacanze per vivere "La Festa" a Casteltermini; da oggi è ufficiale: la Sagra del Tataratà 2014 si svolgerà venerdì 30, sabato 31 maggio per concludersi domenica 1 giugno 2014.


Primavera Narese 1975: carretto vincitore

La Festa della Primavera Narese 2014 si svolgerà lunedì 17 marzo.
Numerosi i gruppi folkloristici presenti tra i quali anche il nostro Tataratà.

La manifestazione a radici storiche notevoli, a Naro infatti ebbe inizio, nel lontano 27 febbraio 1938, una delle più importanti feste folkloristiche dell'epoca.

In seguito la festa fu assorbita dal capoluogo di provincia Agrigento, conosciuta oggi in tutto il mondo come "La Sagra del Mandorlo in Fiore". In ricordo di ciò ogni anno si tiene a Naro, il lunedì successivo al termine della sagra ormai spostatasi ad Agrigento, la festa della primavera narese, che vede l'esibirsi di diversi gruppi folkloristici locali ed internazionali e l'assegnazione del titolo di miss primavera alla ragazza più bella e del trofeo aurea fenice al miglior gruppo.
(Nella foto il carretto siciliano vincitore nella Festa del 1975) 

 

Clicca qui per approfondimenti dal sito ufficiale della città di Naro
 

Prima Etnografia d’Italia  Premio Cocchiara

     In un ambiente straordinario per la storia popolare siciliana, all'interno del Museo Internazionale delle Marionette di Palermo, ha avuto luogo, oggi 15 febbraio 2014, la presentazione della Prima Etnografia d'Italia ed il Premio Giuseppe Cocchiara.

Ad organizzare l'evento la Prof.ssa Gabriella D'Agostino e la FITP presente con le sue massime dirigenze:

il Presidente Benito Ripoli;
il Vice Presidente Nino Idaimo;
il Segretario Franco Megna;
il Tesoriere Toiba Rinaldo;
l'Assessore Gerardo Bonifati;
il Presidente Regionale Alfio Russo.

Il Presidente Benito Ripoli rimanda il suo viaggio a Lima in Perù per presidiare la serata, ringrazia tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione della "Prima Etnografia d'Italia", si compiace di vedere una sala piena di pubblico, ospiti e rappresentanze dei tanti gruppi folkloristici siciliani tra cui il nostro Tataratà, l'unico chiamato ad esibirsi per concludere il convegno.

Leggi tutto: Il Tataratà a rappresentare il Folklore Nazionale in un importante Convegno della FITP.

25 gennaio 2014 Mese della PaceGennaio è il "Mese della Pace" per l'Azione Cattolica Italiana e, anche per condividere il messaggio di Papa Francesco pronunciato per la XLVII Giornata Mondiale della Pace il 1° gennaio 2014 "Fraternità, fondamento e via della Pace", sono stati organizzati tre eventi in tre tappe differenti al nord, al centro ed al sud d'Italia. La prima tappa è stata già svolta a Roma il 12 gennaio scorso, la prossima sarà a Porto Empedocle sabato 25 gennaio, infine l'ultima nella nordica cittadina di Vittorio Veneto (Treviso) il 31 gennaio.

L'iniziativa agrigentina, a cura di Presidenza Nazionale dell'Azione Cattolica Italiana e Istituto di Diritto Internazionale della Pace Giuseppe Toniolo, in collaborazione con la Presidenza Diocesana dell'Azione Cattolica di Agrigento e patrocinata dal Ministero per l'Integrazione, si presenta come la più particolare delle tre in programma per la scelta del luogo d'incontro: la nave Laurana affacciata al tanto nominato mar Mediterraneo.

Presenti ospiti illustri e personaggi importanti, modererà l'evento il giornalista e responsabile della Redazione Esteri del Tg2 Enzo Romeo e non mancheranno esibizioni di rilievo tra cui il nostro Tataratà di Casteltermini. Così commenta il castelterminese Salvatore Scibetta, a nome delle Presidenza Diocesana di AC: «A parte l'alto profilo artistico, abbiamo voluto invitare il gruppo folklorico del Tataratà di Casteltermini a testimonianza dell'ampia fusione culturale che c'è stata nel nostro territorio nel passato, che si è tramandata fino a noi e che adesso è parte della nostra cultura».

Leggi tutto: Il Tataratà condivide il messaggio di Papa Francesco