libro

unesco2010

etv2

tatarata-riconoscimento-nazionale230x324

CIOFF-150x174
CIOFF Logo with Registration-150x82
mibac

Logo EDVision

 

 

Ideazione e testi del sito:
Orazio Ciccone 

 

Il Tataratà, nome onomatopeico derivante dal suono ritmato del tamburo,
è
 di certo fra i più antichi folklori al mondo ed ha origini imprecise.
Molte le interpretazioni che sono state date a quella che è oggi
una danza spettacolare e travolgente eseguita da duellanti armati di vere spade.

(Approfondimenti cliccando qui)

C O N T A T T I  A. F. C.  T A T A R A T A'
manina-mouse 30x36


"A li tempi antichi un uomo guardava vistiami, e ogni jornu un vò si mittiva 'n cunicchiuni nni ddu datu puntu e siccomu fu pri tri vonti, scavannu scavannu truvaru 'na cruci, ch'ancora esisti nni la chiesa di Santa Cruci, e cc'e un schirittu chi nun si pò lejiri da nisciuna prsuna. Pua cc'erano li Saracini... li Cristiani... e la forma di lu nostru tataratà..."
G. Pitrè in "Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani" (pag.74) Palermo. 1875

Il G. Pitrè, è autore di uno tra i più antichi documenti legati al Tataratà con il breve racconto della leggenda del ritrovamento della Croce.

 

 

tatarata1930      "A li tempi antichi un uomo guardava vistiami, e ogni jornu un vò si mittiva 'n cunicchiuni nni ddu datu puntu e siccomu fu pri tri vonti, scavannu scavannu truvaru 'na cruci, ch'ancora esisti nni la chiesa di Santa Cruci, e cc'e un schirittu chi nun si pò lejiri da nisciuna prsuna. Pua cc'erano li Saracini... li Cristiani... e la forma di lu nostru tataratà..."

G. Pitrè in "Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani"
(pag.74) Palermo 1875

 

Il G. Pitrè, è autore di uno tra i più antichi documenti legati al Tataratà con il breve racconto della leggenda del ritrovamento della Croce.



TRADUZIONE:

Ai tempi antichi un uomo guardava il bestiame, e ogni giorno un bue si metteva in ginocchio in un dato punto e siccome fu per tre volte, scavando scavando trovarono una croce, che ancora esiste nella chiesa di Santa Croce, e c'erano delle scritte che non si potevano leggere da nessuna persona. Poi c'erano i Saraceni... i Cristiani... e la forma del nostro tataratà..."

DanzeArmate 12maggio15   Martedì 12 maggio 2015, una rappresentanza della nostra Associazione Folkorica Culturale nelle persone di Luigi Cordaro e Gianluca Giuliano, ha partecipato al seminario dal titolo "Le danze armate fra antichità classica e contemporaneità" durande il quale sono stati proiettati dei filmati riguardanti la danza del nostro Tataratà di Casteltermini.

   Organizzato dall'Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Culture e Società, il seminario è stato redatto dai Professori Ignazio ButtittaSergio Bonanzinga, ed è stato seguito anche dall'amico Luca Nobile.

   Per location il prestigioso Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino di Palermo, sede organizzativa di numerosi eventi e dove il nostro Tataratà ha avuto l'onore di rappresentare il Folklore Nazionale nell'importante Convegno della FITP del 15 febbraio 2014 (clicca qui per leggere l'articolo).

   «...quello che per molti è banale, vago e per alcuni quotidiano, per altri è un fenomeno di ricerca... un bellissimo pomeriggio ...proiezione video del Tataratà dei primi anni 90, favoloso e soprattutto originale ripeto ORIGINALE coreograficamente e musicalmente» questo il primo commento di Luigi Cordaro, suonatore di tamburo e laureando in strumenti e percussione.

Leggi tutto: Le danze armate fra antichità classica e contemporaneità

acate-programma festa san vincenzo 2015 300x420   Ad Acate, cittadina a circa 35km Nord-Ovest del capoluogo Ragusa, sono in atto i festeggiamenti del Glorioso Martire San Vincenzo che hanno un alto richiamo turistico per i suoi riti religiosi e per le manifestazioni organizzate con in prima linea i raduni folkloristici. Gli Sbandieratori "Rioni Panzera", il Gruppo Folk "Città di Agrigento", i tamburi imperiali di Comiso, sfilata equestre "I Cavalieri di Biscari", Corpi Bandistici "Città di Acate" e "G.Rossini" di Pedalino ed il nostro TATARATA' di Casteltermini del presidente Dr.Galione, animeranno la domenica del 26 aprile prossimo con sfilate ed esibizioni per l'intera giornata di Festa.

Leggi tutto: Folclore ad Acate

primavera narese 300x225

    Il gruppo del Tataratà ritorna a festeggiare la Primavera Narese nella giornata di domani, venerdì 27 febbraio 2015. Il programma prevede sfilate ed esibizioni per le vie del centro storico dalle 10.30 alle 18.00.

   La manifestazione a radici storiche notevoli, a Naro infatti ebbe inizio, nel lontano 27 febbraio 1938, una delle più importanti feste folkloristiche dell'epoca.

    In seguito la festa fu assorbita dal capoluogo di provincia Agrigento, conosciuta oggi in tutto il mondo come "La Sagra del Mandorlo in Fiore". In ricordo di ciò ogni anno si tiene a Naro, il lunedì successivo al termine della sagra ormai spostatasi ad Agrigento, la festa della primavera narese, che vede l'esibirsi di diversi gruppi folkloristici locali ed internazionali e l'assegnazione del titolo di miss primavera alla ragazza più bella e del trofeo aurea fenice al miglior gruppo.

fabrizio giuliano   Ieri sera, martedi' 13 gennaio 2015, ci ha lasciato il nostro caro amico Fabrizio Giuliano.

   Ci uniamo al dolore dei familiari e dei suoi tanti amici.

   Fabrizio era un uomo straordinario e pieno di virtu', nella vita vissuta ha raggiunto diversi traguardi professionali ed artistici, ha avuto collaborazioni anche con la nostra Associazione Folklorica Culturale "Tatarata" fin dal 1998 ed ha condiviso con noi varie trasferte, sia come collaboratore, sia in veste di personaggio di Corte, tra le quali anche quella oltreoceano in Canada nel 2008.

   Uomo di grande personalita' e con indiscutibili e riconosciute doti teatrali, manchera' a tutta la comunita' castelterminese e non solo.

   Ciao Fabrizio, Ciao Caro Amico.


   Per rendere omaggio a Fabrizio domani, giovedi'15 gennaio 2015, una camera ardente sarà allestita nei locali del Circolo Culturale Di Giovanni (ex Chiesa Sant'Antonino) dalle 10,30 alle 15,00 mentre i funerali si svolgeranno alle 15,30 nella Chiesa Madre di Casteltermini.


Curriculum Formativo-Professionale di Fabrizio Giuliano.

 

A seguire interviste e video di Fabrizio Giuliano inerenti la Sagra del Tataratà

Leggi tutto: Ciao Fabrizio

  Degustazioni, visite gratuite a musei e chiese, escursioni, laboratori, concorsi di poesia, raduno di mointain-bike, spattacoli di cabaret e dell'Opera di Pupi e l'immancabile Folklore Siciliano, ...nell'ultimo week-end di ottobre non ci sarà da annoiarsi a Mezzojuso (PA), la "Sagra della Castagna" soddisferà le aspettative dei suoi visitatori.

 

  All'interno del programma della Sagra della Castagna, anche il Festival del Folklore nominato "BRIGNA FOLK FESTIVAL" che si svolgerà nella giornata di domenica, 26 ottobre, dalle ore 17.00 alle 21.00.

   Ad esibirsi:

"I Tamburi di Bruccheri" (SR),

"Il Ballo della Cordella di Petralia Sottana" (PA),

gli "Sbandieratori di Vicari"(PA)

ed il nostro Tataratà.

 

I dettagli del programma cliccando qui.

Link ufficiali dell'Evento:

http://www.comune.mezzojuso.pa.it/
http://www.prolocomezzojuso.it/

camastra-sanbiagioIl gruppo del Tataratà si esibirà il prossimo 1 settembre 2014 dalle ore 17.00  a Camastra (AG) in occasione dei festeggiamenti a "San Biagio".

Il programma religioso inizia con la Santa Messa delle ore 19.00 di domenica 31 agosto, presso la Chiesa Madre di Camastra. Le principali celebrazioni eucaristiche saranno in appuntamenti serali ad esclusione dell'ultimo giorno di mercoledì 3 settembre per il quale si prevede anche una Santa Messa Solenne cantata con benedizione dei pani votivi alle ore 10.30. Per i festeggiamenti non mancheranno Bande Musicali per le vie del paese, manifestazioni di bellezza, mostre fotografiche, operato di associazioni di volontariato, gruppi folkloristici, concerti musicali e giochi pirotecnici. In evidenza, oltre alla presenza del gruppo folklorico del Tataratà (1 settembre), il gruppo folkloristico i "Tammura di Girgenti" (2 settembre), "I Tamburinai" e le "Majorettes di Aspra" (3 settembre). Per la giornata conclusiva, di giovedì 4 settembre, è previsto un concerto in Piazza Garibaldi dei ragazzi presenti in trasmissioni televisive come "The Voice", "Io Canto" e "Ti Lascio una Canzone".

Per i dettagli del programma cliccare qui