libro

unesco2010

etv2

tatarata-riconoscimento-nazionale230x324

CIOFF-150x174
CIOFF Logo with Registration-150x82
mibac

Logo EDVision

 

 

Ideazione e testi del sito:
Orazio Ciccone 

 

Il Tataratà, nome onomatopeico derivante dal suono ritmato del tamburo,
è di certo fra i più antichi folklori al mondo ed ha origini imprecise.
Molte le interpretazioni che sono state date a quella che è oggi
una danza spettacolare e travolgente eseguita da duellanti armati di vere spade.

(Approfondimenti cliccando qui)

C O N T A T T I  A. F. C.  T A T A R A T A'
manina-mouse 30x36


"A li tempi antichi un uomo guardava vistiami, e ogni jornu un vò si mittiva 'n cunicchiuni nni ddu datu puntu e siccomu fu pri tri vonti, scavannu scavannu truvaru 'na cruci, ch'ancora esisti nni la chiesa di Santa Cruci, e cc'e un schirittu chi nun si pò lejiri da nisciuna prsuna. Pua cc'erano li Saracini... li Cristiani... e la forma di lu nostru tataratà..."
G. Pitrè in "Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani" (pag.74) Palermo. 1875

Il G. Pitrè, è autore di uno tra i più antichi documenti legati al Tataratà con il breve racconto della leggenda del ritrovamento della Croce.

 

Foto sikelianews   

       L'AFC Tataratà si associa al dolore della famiglia Lo Verde per la dipartita del loro congiunto.

    Il Prof. Lo Verde ha dedicato diverse attenzioni al Tataratà e alla sua storia. In questo sito internet sono stati riportati anche testi estratti da sue pubblicazioni.

    La redazione di Sikelia ben espone la figura del Prof. Lo Verde nell'articolo al link cliccando qui.

 

(foto Sikelianews.it)

manneken-pis-eventoITA

La PhotoGallery dell'Evento del 19 dicembre 2015, il Mannekens Pis veste TATARATA',
primo "vestito Italiano" per uno dei simboli di Bruxelles (Foto di Lillo e Letizia Chiarenza). 

Iniziativa avviata e curata dall'italo-belga Lillo Chiarenza e supportata, "per la realizzazione del vestitino", dal presidente dell'AFC Tataratà, Dr. Fulvio Galione.

Hanno inoltre collaborato:
• la Ditta Galione di Casteltermini che fornisce la stoffa;
Gino Segretario per il lavoro da sartoria per casacca e pantalone bianco;
Orazio Ciccone per la stampa a fuoco nel cuoio della giberna realizzata a mano libera;
Giovanni Conti per il completamento della giberna con la sua corda di juta;
Gero Ippolito per la creazione della coppia di spade.
Lo stesso dr.Fulvio Galione ne completa il costume realizzando di propria mano la corona di fiori per la testa.


Ulteriori INFO cliccando qui!

 

MannekenPis-Tatarata-001 MannekenPis-Tatarata-002 MannekenPis-Tatarata-003 MannekenPis-Tatarata-004 MannekenPis-Tatarata-004b MannekenPis-Tatarata-005 MannekenPis-Tatarata-006 MannekenPis-Tatarata-007 MannekenPis-Tatarata-008 MannekenPis-Tatarata-009 MannekenPis-Tatarata-010 MannekenPis-Tatarata-011 MannekenPis-Tatarata-012 MannekenPis-Tatarata-013 MannekenPis-Tatarata-014 MannekenPis-Tatarata-015 MannekenPis-Tatarata-016 MannekenPis-Tatarata-017 MannekenPis-Tatarata-018 MannekenPis-Tatarata-019 MannekenPis-Tatarata-020 MannekenPis-Tatarata-021 MannekenPis-Tatarata-022 MannekenPis-Tatarata-023 MannekenPis-Tatarata-024 MannekenPis-Tatarata-025

attestatocoldirettiweb   Nella giornata di oggi, domenica 22 novembre 2015, la Coldiretti Sicilia organizzatrice della settimana Expo a Milano, è stata promotrice a Trapani della "giornata del ringraziamento": momento di bilancio dell'annata agraria ma anche un'opportunità di riflessione per la centralità del lavoro agricolo.

   Nella Cattedrale di San Lorenzo, si è svolta una messa celebrata dal vescovo della città, monsignor Pietro Maria Fragnelli, e preceduta dalla benedizione dei mezzi agricoli e con un particolare offertorio con prodotti rappresentativi di tutta la Regione Sicilia.

   Presenti numerose autorità della Coldiretti che hanno ricordato l'importanza della recente Expo ed hanno ringraziato ufficialmente tutti coloro che hanno partecipato.

   Il Direttore Regionale Prisco Lucio Sorbo e il Presidente Regionale Alessandro Chiarelli, hanno consegnato una pergamena attestante la partecipazione del gruppo del Tataratà al Presidente Dr.Fulvio Galione, accompagnato da Angelo Nobile e Leonardo Panneri. In ricordo anche una spillina in oro ed una stampa con la riproduzione di un momento coreografico del gruppo all'Expo di Milano. Il Presidente Dr.Galione ricambia omaggiando il libro da lui stesso scritto che descrive il folklore del Tataratà.

2015-1122trapani-coldiretti-pergamena

. .2015-1122trapani-coldiretti-cattedrale

Manneken-Pis vestito Tataratà   Il 19 dicembre 2015 sarà una data da ricordare per il Tataratà perché a Bruxelles si vestirà il Manneken-Pis con il costume tradizionale del folklore Castelterminese!

  L'iniziativa è stata avviata e curata dall'italo-belga Lillo Chiarenza che con questo suo "nuovo progetto" ha voluto omaggiare l'amata Sicilia ben conoscendo l'importanza internazionale del Menneken-Pis.

   Per farlo ha contattato il nostro presidente dell'AFC Tataratà, Dr. Fulvio Galione, il quale, entusiasta dell'idea ha realizzato il vestito con la stoffa fornita dalla ditta Galione e con l'operatività di

• Gino Segretario per il lavoro da sartoria per casacca e pantalone bianco,

• Orazio Ciccone per la stampa a fuoco nel cuoio della giberna realizzando a mano libera,

• Giovanni Conti per il completamento della giberna con la sua corda di juta,

• Gero Ippolito per la creazione della coppia di spade,

  Lo stesso dr.Fulvio Galione ne completa il costume realizzando di propria mano la corona di fiori per la testa.

  Incredibile ma vero: il primo vestito Italiano del Manneken-pis sarà il costume del Tataratà di Casteltermini!

   La cerimonia è così descritta da Lillo Chiarenza:

Leggi tutto: Manneken Pis in ...Tataratà!!!

Risultati immagini per folklore expo expo-logo 360x150
entusiasti tutti i ragazzi
dell'AFC Tataratà del Dr.Galione
e l'intero staff della Coldiretti Sicilia
che ci ha ospitati.

   Il Folklore del Tataratà ha carpito l'interesse del numerosissimo pubblico presente e la stima della Coldiretti Sicilia. Una vetrina mondiale in una spettacolare location. L'Esposizione Universale di Milano, sede delle eccellenze mondiali, è stato luogo di indiscutibile fascino.

(Link al precedente articolo per ulteriori info sull’EXPO).

   Il gruppo si è esibito più volte al giorno ed ha anche trovato il tempo di visitare l'EXPO che offre davvero tanto da scoprire, forse anche "troppo" perché è davvero impossibile vedere tutto. Coloro i quali hanno la possibilità di mettere in esposizione i loro prodotti, lo fanno con un supporto d'immagini, video, suoni, musica, luci e quant'altro che catturano l'ospite tra cultura e storia, tradizione e tecnologia.

   Allora si è catapultati tra tempi passati e futuri, tra riflessioni, meditazioni, sorpresi ed ammirati dal mondo del cibo e non solo.

   C'è l'intero mondo presente, una condivisione unica.

   La Coldiretti Sicilia che ci ha ospitato ha dovuto, con sforzi non indifferenti, trovare tutte le proprie energie per organizzare la settimana Siciliana. Il dietro le quinte è davvero movimentato.

   Tre brevi interviste al cuore dello staff ben sintetizzano i 3 intensi giorni condivisi con Coldiretti Sicilia.

Leggi tutto: Successo del Tataratà all'Expo di Milano

2015-1019 expo-conmascotte   Il Gruppo Folklorico del Tataratà con Presidente il dr.Galione rappresenterà il folklore Siciliano all'Expo di Milano dal 19 al 21 ottobre sotto invito del Direttore della Coldiretti Agrigento Massimo Primavera.

   Il tema dell'esposizione universale di Milano è
"NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA";

2015-1019 expo-coldirettiarabonormanno

    tutti i Paesi, le Organizzazioni, le Società Civili ed i Corporate partecipanti danno le loro risposte in merito per "riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri".

   Il travolgente ritmo del Tataratà si adatterà perfettamente in un programma che vede anche "Il Percordo Arabo Normanno - Storia, Cultura, Cibo".

Leggi tutto: Il Tataratà all'EXPO di Milano


2015-1003 valledolmo-fotogds2012   La Sagra dell'Uva a Valledolmo è alla sua 25° edizione ed è di grande richiamo per le eccellenze presentate: uva da tavola e da mosto ma anche interessanti produzioni vinicole della zona accompagnate da degustazioni di prodotto tipici locali. Ad organizzare l'evento è la Confraternita della Madonna del Rosario che ha per primi responsabili il Superiore Orazio Fricano, il Padre Spirituale Mons.Cosimo Leone, il Parroco Don Krzysatof Kruk ed il Governatore Calogero Guarino.

   I giorni di festa si Svolgerano nel centro storico nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 ottobre 2015.
   La giornata del sabato inizierà con una Santa Messa in Chiesa Anime Sante alle ore 10.00 e proseguirà dalle ore 17.00 con manifestazioni di carattere profano, sfilate equestre e spettacolo folkloristico con il gruppo del Tataratà; infine "I Vespri" in Chiesa Anime Sante ed intrattenimento musicale presso la Piazza Matrice. Nella giornata della Domenica l'interesse si sposterà soprattutto verso il lato religioso con processioni e messe ma non mancherà l'intrattenimento musicale serale ed i giochi d'artificio. 2015-1003 valledolmo-uvaevinoPer l'intero week-end stand e bancarelle saranno d'invito per tutti i visitatori per degustazioni ed interessanti acquisti.

 

   La città di Valledolmo, che si trova in un'alta vallata della provincia di Palermo, saprà ben ospitare i turisti con i suoi quasi 4.000 abitanti in un fresco clima a 746m s.l.m. Si racconta che il suo nome derivi da un imponente olmo che si ergeva nei pressi di un' antica fattoria feudale, primitivo nucleo del paesino. La successiva storia di quei luoghi vede sempre in primo piano la forte economia agricola con in testa il grano duro e le produzioni vitoninicole, autorevoli i nomi locali: Castellucci-Miano, Regaleali, Sclafani.

Leggi tutto: XXV Sagra dell'Uva a Valledolmo