Risultati immagini per folklore expo expo-logo 360x150
entusiasti tutti i ragazzi
dell'AFC Tataratà del Dr.Galione
e l'intero staff della Coldiretti Sicilia
che ci ha ospitati.

   Il Folklore del Tataratà ha carpito l'interesse del numerosissimo pubblico presente e la stima della Coldiretti Sicilia. Una vetrina mondiale in una spettacolare location. L'Esposizione Universale di Milano, sede delle eccellenze mondiali, è stato luogo di indiscutibile fascino.

(Link al precedente articolo per ulteriori info sull’EXPO).

   Il gruppo si è esibito più volte al giorno ed ha anche trovato il tempo di visitare l'EXPO che offre davvero tanto da scoprire, forse anche "troppo" perché è davvero impossibile vedere tutto. Coloro i quali hanno la possibilità di mettere in esposizione i loro prodotti, lo fanno con un supporto d'immagini, video, suoni, musica, luci e quant'altro che catturano l'ospite tra cultura e storia, tradizione e tecnologia.

   Allora si è catapultati tra tempi passati e futuri, tra riflessioni, meditazioni, sorpresi ed ammirati dal mondo del cibo e non solo.

   C'è l'intero mondo presente, una condivisione unica.

   La Coldiretti Sicilia che ci ha ospitato ha dovuto, con sforzi non indifferenti, trovare tutte le proprie energie per organizzare la settimana Siciliana. Il dietro le quinte è davvero movimentato.

   Tre brevi interviste al cuore dello staff ben sintetizzano i 3 intensi giorni condivisi con Coldiretti Sicilia.

 

risultati immagini per folklore expo - il Direttore della coldiretti agrigento Massimo Primavera   Massimo Primavera, Direttore della Coldiretti di Agrigento; personalità autorevole non solo per l'esperienza professionale ma anche per presenza fisica. Con lui, in una breve pausa, anche due colpi di spada al ritmo del Tataratà.

   «Abbiamo avuto il piacere di avere con noi il Tataratà di Casteltermini qui ad Expo, Coldiretti ha voluto con forza averli qui, sono un gruppo straordinario, rappresentano l'essenza di una storia che si racconta da decenni e chissà che non si ripeterà questa avventura, bellissima. Un saluto a tutti».

   Un'ultima domanda, la sua esperienza con la Coldiretti all'Expo.

   «L'Expo è una grande Fiera, una grande vetrina, una grande avventura, forse anche troppo grande, però è così grande che non potevamo non esserci, con tutta la nostra forza, con la Coldiretti, che ci sostiene e che difende le realtà agricole del nostro paese».

   La ringrazio tanto.

   «Di niente a Voi».


risultati immagini per folklore expo - Il Tataratà e Pietro Greco Coldiretti   Pietro Greco, Direttore della Coldiretti Ragusa e Siracusa; sempre presente nei momenti salienti, sempre presente in tutte le nostre esibizioni a darci indicazioni e sostegno con un'umiltà che sorprende:

   «La settimana della Sicilia qui ad Expo ha delle caratteristiche uniche, sia dal cibo perchè oggi offriamo alla gente il km zero, ma anche per la peculiarità della Sicilia dovuta veramente a degli artisti che sono unici, tipo il Tataratà, che oggi, ieri e l'altro ieri hanno dato spettacolo sia sul Cardo che sul Decumano, veramente hanno dimostrato come la storia e la cultura del territorio è stato trasferito qui a Milano. La gente chiedeva,  s'informava, si fermava ad ammirare la bellezza del territorio».

   Questa è la sua prima esperienza Expo, in effetti a Milano ritorna dopo tanti, tanti anni. Un'Esperienza così grande, con tutto questo pubblico è davvero difficile da organizzare.

   «Si è difficile però, in qualità di Direttore della Coldiretti di Ragusa e Siracusa ero già stato a presentare il Ragusano DOP a giugno, quindi abbiamo fatto sul Cardo la rappresentanza del Ragusano con la "Cagliata", abbiamo fatto vedere alla gente come si ottiene il formaggio dal latte vero. Siamo ritornati a rappresentare un'intera regione ancora per una settimana, siamo all'inizio, l'esperienza ci ha portato a soffrire ma  la felicità è quella di incontrare gente di tutte le nazioni, di tutte le culture, stiamo spiegando qual'è il territorio, cos'è la Sicilia».

Grazie tanto per la disponibilità e la possibilità di aver condiviso con lei questa esperienza davvero unica.


Direttore Regionale dell’Epaca con il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando   Giuseppe Meringolo, Direttore Regionale dell'Epaca, l'Ente di patrocinio e di assistenza per i cittadini e l'agricoltura della Coldiretti; persona generosa e disponibile, sempre pronto a trovare le soluzioni più idonee alle esigenze del gruppo:

   «Mi chiamo Giuseppe Meringolo, sono il coordinatore regionale dell'Epaca della Sicilia. L'Esperienza che ho avuto qui in questi giorni in Expo, conoscendo il Tataratà, un gruppo di ragazzi eccezionali, ho avuto il piacere di apprezzare la loro professionalità, il momo, l'umiltà, la bravura e l'impegno che hanno profuso affinché Coldiretti Sicilia, possa esser vista agli occhi di tutti come una Regione che ha un potenziale incredibile, questi ragazzi hanno fatto si che tutto il mondo possa conoscere la vera Sicilia, la Sicilia buona, la Sicilia vera, la Sicilia sincera. Grazie ragazzi».

   Grazie a Lei, grazie mille.

 

 

Esibizione per il Presidente Nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo

  All'Expo di Milano è presente anche il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha seguito con interesse lo spettacolo del Tataratà, con il primo cittadino del capoluogo siciliano numerose foto di gruppo.

Mercoledì 21 ottobre 2015, il Padiglione della Coldiretti viene raggiunto dal Presidente Nazionale  Roberto Moncalvo, per lui una breve esibizione fuori programma da una rappresentanza del gruppo.

 

 

 

 

 

Mimmo Cuticchio Expo Milanoexpo-cuticchio Expo-Tatarata-diavoliPrizziP1120441
EXPO-rais-pescatoriFavignana IMG-20151023-WA0002Ospiti della Coldiretti Sicilia anche:
- Mimmo Cuticchio cantastorie, attore teatrale e regista teatrale italiano, importante erede della tradizione dei "cuntisti" siciliani e dell'Opera dei Pupi, oggi iscritta tra i Patrimoni orali e immateriali dell'umanità dell'UNESCO, presente all'Expo con il supporto di alcuni suoi artisti/collaboratori e con 2 tamburinari di Casteltermini (Nobile Luca e Carmelo Mingoia) ed il "bamditore" Totò Cipolla;
- una rappresentanza del "Ballo dei Diavoli" di Prizzi,
- una rappresentanza di suonatori siciliani provenienti da diverse province;
- il Rais pescatori di Favignana con i canti delle Tonnare, quest'ultimi arrivati all'Expo sprovvisti dei vestiti tradizionali, per un imprevisto, si sono esibiti indossando le casacche del Tataratà.


Non sono mancate collaborazioni e scambi culturali.


Il successo del Tataratà all'EXPO è il risultato di un'associazione Folklorica Culturale che ama e rispetta il proprio folklore.
Tutti i ragazzi ringraziono il Presidente Dr.Fulvio Galione, alcuni di loro lasciano un testuale contributo:

 

 

gianluca g

Gianluca G. Nonostante sia già stato all'Expo una settimana fa ho ritenuto che fosse un'esperienza da ripetere, stavolta non più da semplice spettatore bensì da protagonista contribuendo a far conoscere il folklore siciliano ed in particolare quello del Tataratà, gruppo del quale faccio parte e in cui occupo il ruolo di danzatore. Sono stati dei giorni intensi nei quali ho avuto modo di visitare numerosi padiglioni ognuno dei quali, nel rappresentare il proprio Paese, metteva in mostra gli usi, i costumi e soprattutto le tradizioni culinarie. Ne è valsa davvero la pena, è stato un viaggio nel mondo. Dobbiamo ringraziare uno dei maggiori sponsor dell'expo, ovvero la Coldiretti, che ci ha permesso di trascorrere queste giornate con infinite emozioni.

leonardo p Leonardo P.
Esportare il nostro folklore e la cultura dei miei conterranei in un importante vetrina mondiale come Milano expo 2015 è stato per me un privilegio senza precedenti, ancor di più, è stato condividete tutto ciò con i miei compagni di viaggio. Li ringrazio vivamente
dangelo v

Vincenzo D.
É stato un grande piacere far conoscere le nostre tradizioni ad un evento internazionale così importante come l'Expo. Abbiamo onorato nel miglior modo possibile il Tataratà e Casteltermini

 vincenzo f Vincenzo F.
Expo: un'esperienza indimenticabile. Sentirsi parte di un qualcosa più grande di noi e viverla, avvertire emozioni intense gli odori, i profumi, la bellezza dei colori delle danze, espressione di tradizioni a noi sconosciute ma reali. Tutto realizzato da uomini che infondo amano la pace e disposti ad abbracciare il mondo intero e con esso tutte le culture per conoscerle ed apprezzarle senza giudizi o pregiudizi. Un breve ma intenso bagno culturale espressione di una bellezza che anche nei suoi molteplici difetti non si può spiegare ma solo ammirare.
 gaetano m

Gaetano M.
Esperienza a dir poco magnifica, che ha arricchito me e il gruppo.

 carmelo p

Carmelo P.
Che dire, Esperenza Fantastica a cui la nostra associazione non poteva mancare che va ad arricchire ancor di piú il nostro curriculum; nuove conoscenze, un'altro tassello, adesso continuiamo a lavorare per il 2016.

 vincenzo n  

Vincenzo N.
Esperienza magnifica...

 alessandro f  

Alessandro F.
Bellissima esperienza, orgoglioso di aver portato il nome del Tataratà e di Casteltermini all'Expo!

 gero

Gero I.
L'Expo di Milano è sorprendente, impossibile vedere tutto. Tre pieni giorni sembrerebbero tanti ma in realtà son davvero pochi perchè ad ogni angolo c'è qualcosa da scoprire e le file per vedere i Padiglioni sono davvero lunghe. Vivere l'Expo anche da protagonista, rappresentando il folklore Siciliano con il Tataratà è stato fantastico, il pubblico ha apprezzato il nostro spettacolo. Un nuovo successo per la nostra Associazione capitanata dal Dr.Galione.

rotolo-s

Sandro R.
La mia, più che una riflessione sull'EXPO appena visitato, vuole essere più che altro una speranza sui suoi sviluppi futuri. Accade spesso, infatti, che padiglioni architettonicamente affascinanti, accattivanti luci stroboscopiche, mirabolanti proiezioni digitali, distolgano l'attenzione del visitatore medio su quello che dovrebbe essere l'obiettivo di questa Esposizione Universale: "Riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri". L'auspicio è quello che le Nazioni riescano a trovare accordi – che, inutile nascondercelo, saranno più economici che filantropici – in grado, quantomeno, di ridurre quell'enorme percentuale di esseri umani che soffrono, o peggio muoiono, a causa della fame: 1 abitante su 9 di questa terra. Certo che assistere al video-messaggio del Presidente della Repubblica Popolare Cinese, con il quale informava il Mondo della priorità dello Stato di portare tutto il suo popolo sopra la soglia di povertà, non so se mi abbiafatto più sorridere o illudere; ma, dato che fare i "gufi", ci dicono in Italia, non porta vantaggi o peggiora le cose, non resta che auspicarsi che la Carta di Milano non sia il solito "documento programmatico vuoto" a cui, purtroppo, troppo spesso le Organizzazioni Internazionali ci hanno tristemente abituato.

P.S.: Alcuni di noi sono stati accompagnati a visitare il Padiglione Cinese da una nostra simpatica, cortese e competente compaesana: Livia Miccichè – laureata in lingue che parla correntemente il cinese, alla quale voglio rinnovare i nostri ringraziamenti; Livia, lavorando al padiglione ci ha evitato di fare le canoniche 3-4 ore di fila e ci ha illustrato passo passo quello che altrimenti per noi sarebbe stato un bizzarro museo di prodotti agricoli, foto, video, statuine e luci cangianti!

 

 angelo nluigi c

 Angelo N. e Luigi C.
Una manifestazione mondiale in cui non poteva mancare il Tataratà, unico nel suo genere. Fieri ed orgogliosi di aver eseguito, con infiniti elogi, in un tale evento gli unici intrinseci e originali ritmi arabo/siciliani dell'antichissima tradizione del tamburo castelterminese. 

 

orazio c Orazio Ciccone
Fiero del gruppo folkorico del Tataratà di cui faccio parte dall'anno della sua nascita 1998, di cui occupo varie cariche tra le quali anche quella di redattore, lascio anch’io qui un mio più personale commento dopo aver vissuto 3 giorni all'Expo di Milano davvero entusiasmanti. Scrivere 2 articoli, pre e pos EXPO, non è stato semplice perché son davvero tanti i pensieri che si accavallano in un evento così ricco di storia e di attualità. Mi auguro che il primo articolo possa aver ben illustrato il valore e la storia dell'Expo, io stesso sono rimasto colpito da tutto ciò, ero a conoscenza dell'internazionalità dell'Esposizione Universale ma leggerne l'approfondita storia mi ha fatto vivere ancor più intensamente tre giorni unici. Questo secondo articolo a testimoniare l'ennesimo successo del gruppo con rapide interviste catturate a tre responsabili Coldiretti, rilasciate anche a nome del resto dello Staff, e post di alcuni dei ragazzi del gruppo del Tataratà. Aver vissuto da protagonista la presentazione delle tradizioni Siciliane, aver condiviso con gli amici l'area espositiva, aver conosciuto nuove persone tutte interessanti è stato davvero eccezionale in una location che ti permette di viaggiare nel mondo in un solo giorno senza prendere l'aereo e vivere i colori, i suoni, gli odori, i sapori toccando con mano un mondo lontano.

 Un sincero grazie al Gruppo, al Presidente Dr.Fulvio Galione e alla Coldiretti.

 
 

Fulvio Galione

 

Il Presidente Galione
Evento mondiale, a cui non poteva mancare il gruppo del tatarata, folklore unico al mondo, e ciò si è potuto realizzare grazie alla caparbietà e serietà del gruppo, il quale ha riscosso un grande successo a detta degli operatore della coldiretti a cui va un ringraziamento particolare che ha permesso di realizzare questo sogno.

 

 

 G a l l e r i a   f o t o g r a f i c a   d e l   T a t a r a t à   a l l ' E x p o   d i   M i l a n o 
risultati immagini per folklore expo 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

V i d e o   R i l a s c i a t o   d a l l a   C o l d i r e t t i   S i c i l i a 
 

Tutto in un minuto!Letizia MarcenòGiovanni PappalardoFrancesco CasciaroAlessio FascianaCalogero FasuloGerardo Forina RampollaIgnazio GibiinoIgnazio ManzoneVale

Posted by Cinzia Zerbini on Lunedì 26 ottobre 2015

 

 

 

Articoli in lingua Francese ed Inglese rilasciati dalla redazione di 

SIKELIA-logo 
bandiera-regnounito .....................bandiera-francia